Angelo in ginocchio

Anno:1958 Stile:Arte sacra Materiali:Gesso dorato Dimensioni:cm 120 x 90 x 50 Ubicazione:Chiesa di S. Agata, Bulgarograsso Località: Como
“L’Angelo in ginocchio”, realizzato nel 1958 per l’area frontale dell’altare della Chiesa di Bulgarograsso, è una figura dai lineamenti delicati ma di forte impatto visivo. Giudici per questo progetto realizzò due opere identiche applicando il concetto di simmetria e ripetizione, donando ai due angeli un senso di equilibrio ed armonia. La doppia figura enfatizzò l’importanza dell’altare creando una “cornice” che delineò gli spazi dedicati al clero e alle cerimonie. Queste due opere furono realizzate in gesso, e dipinte con il color oro per imitare la tipica patinatura del bronzo, materiale prezioso che i committenti non potevano permettersi ma che prediligevano. Il risultato fu un successo, l’artista dimostrò le sue doti scultoree così come la capacità di adattarsi ai bisogni dei committenti, adottando un approccio innovativo e sperimentale.

“L’Angelo in ginocchio” è una scultura che ricorda le figure classiche, si comincia però ad intravvedere il desiderio dell’artista di spaziare verso concetti più alternativi e meno realistici, come accadrà poi durante la creazione delle opere che realizzerà negli anni successivi; quando comincerà a sviluppare uno stile più “asciutto”, “consumato”, e meno legato alla classicità.
Vai alle opere